LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 553   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  venerdì 17 settembre 2021      Buon Pomeriggio ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art1 spinning acqueinterne Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Luoghi da Battere :: Tecniche di Pesca e Avvicinamento
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Tiberio Leoncini
Fotografie di  Tiberio Leoncini
Data Pubblicazione  24/12/2003
 • L' Avvicinamento
 • Luoghi da Battere
 • Pontili
 • Alberi sommersi
 • Alberi caduti in acqua
 • Rocce sommerse e affioranti
 • Alghe e Ninfee
 • Canneto
 • Secche e Buche
 • Zone Libere
 • Note e Suggerimenti
IMPORTANZA DELL' AVVICINAMENTO

Pescando da riva, l'avvicinamento riveste un ruolo chiave in questa pesca, infatti specialmente nella bella stagione, è molto facile trovare black bass e lucci a pochi centimetri da riva, quindi vien da se che se uno arriva sulla riva di un lago come se andasse a fare footing troverà di sicuro delle belle nuvole di melma ad aspettarlo, l'avvicinamento è basilare.
Innanzitutto l'abbigliamento è importante, non occorre vestirsi da "rambo" ma almeno qualcosa di mimetico con l'ambiente circostante. Inoltre quando arrivate sulla sponda cercate sempre di fare i primi lanci (dove vi è possibile) da una certa distanza da essa, dopo aver fatto ciò potrete anche avvicinarvi a fare i soliti lanci a 180 gradi, i primi più corti poi sempre più lunghi, dico questo perché un'altra cosa fondamentale in questa pesca è l'entrata in acqua dell'esca, che nel limite del possibile e naturalmente rapportato al peso  della stessa, deve essere il meno rumoroso possibile, lo so che qualche volta può capitare di avere un abboccata dopo un lancio tipo pietra, ma questo rientra nelle infinite variabili della pesca a spinning.


I LUOGHI DA BATTERE

Arrivati tutti attrezzati davanti ad un bel lago, fiume ecc, la prima cosa da chiedersi è dove sarà in questo momento il pesce, il tutto dipende dalla stagione e dagli orari che andrete a pescare, in linea generale (vedremo in seguito nella descrizione stagione,orari, condizioni atmosferiche, ecc) tenendo conto che siamo a pescare nella bella stagione e in un posto non conosciuto, la prima cosa da vedere è se ci sono dei punti di riferimento, chiamo cosi tutte le strutture in acqua (pontili, boe, pompe per l'irrigazione, barche ormeggiate) alberi caduti in acqua, alberi sommersi affioranti, rocce sommerse o affioranti, alghe, ninfee, canneti, secche, improvvise buche, tutto questo naturalmente visibile da riva e con acqua relativamente limpida, non abbiamo certo un ecoscandaglio incorporato.
Visto che sono presenti alcuni di tali "accessori" dovrete sicuramente recarvi presso di essi, in quanto nella bella stagione i bass e i lucci presenti nel lago, fiume ecc, saranno sicuramente li ad aspettarvi, dico aspettarvi non a farsi prendere.
Giunti con il consueto "passo del leopardo" nei pressi del primo "accessorio" a disposizione cominceremo la nostra pesca.

ANALIZZERO' ORA COME AFFRONTARE I VARI OSTACOLI:

PONTILI: cercate di lanciarci sotto, o almeno il più vicino possibile, qualche volta dieci centimetri più o meno possono fare la differenza, pescate sempre nelle zone d'ombra (in presenza di sole naturalmente) ed a tutti gli strati di profondità, molte volte il bass e' sospeso sotto di essi, quindi insistete in presenza di tale "accessorio" vedrete le catture non mancheranno, potete usare tutti i tipi di esca, dal jig al minnow; stesso discorso anche per le barche, le boe ecc.

ALBERI SOMMERSI O CADUTI IN ACQUA: lettera A del manuale della pesca al luccio e black bass, se ci sono alberi sicuramente ci sono pesci dentro, usate esche wedless, cioè antincaglio, fateci cadere l'esca nel mezzo e soprattutto durante il recupero fatecela sbattere contro i rami, moltissime volte avrete l'abboccata proprio dopo averci sbattuto, questo soprattutto se userete spinnerbait, che non sono certamente antincaglio al 100% ma vale la pene perderne qualcuno sicuramente si ripagherà con catture degne di nota, validi i jig e tutte le esche in gomma, sconsiglio evidentemente l'uso del minnow in presenza di alberi particolarmente folti.

ROCCE SOMMERSE E AFFIORANTI: anche qui sicuramente ci sono bass, cercate di passarci il più vicino possibile con le vostre esche e anche di sbatterci, valide tutte le esche, non presentano in generale possibilità evidenti d'incaglio.

ALGHE, NINFEE: zone validissime, scelte come dimora per entrambe le specie, dove mimetizzandosi possono portare attacchi alla minutaglia, cercate di pescarci dentro con esche pesanti in modo da poterle penetrare facilmente, consiglio di usare solo esche di gomma o jig, in presenza di tappeti di borraccina (la chiamiamo cosi in toscana) fateci saltellare sopra la vostra esca, vedrete che abboccate spettacolari vi aspetteranno, anche a pochi centimetri da riva il black bass e' sempre li sotto attendo a cosa si muove sopra, usate un amo abbastanza libero in quanto il black bass ingoia tutto, borraccina compresa, quindi può ostacolarvi con la ferrata che deve essere al quanto rapida.

CANNETO: altra zona d'elite per la pesca al bass e al luccio, cercate di pescarci il più vicino possibile se non addirittura dentro, usate esche pesanti e prive di fronzoli, in quanto tendono ad impigliarsi con le varie code, insistete sempre in presenza di tali zone, molto spesso l'abboccata l'avrete mentre l'esca scende, quindi occhio alla tensione del filo e di qualsiasi movimento anomalo, chi pesca dalla barca usa la tecnica del flipping, con lanci millimetrici e tenendo il filo in mano proprio per questo motivo.

SECCHE, BUCHE: anche le improvvise variazioni del fondale sono zone da battere con fiducia, ad inizio stagione quando l'acqua inizia a scaldarsi e' molto facile trovare black e lucci in acque basse, tutte le zone con acqua bassa sono da sondare, mentre gli improvvisi abbassamenti del fondale i cosiddetti "scalini" celano molte volte bass sospesi, proprio sol bordo di essi o poco sotto, quindi anche in queste zone usate tutti i tipi esche, dal minnow alla gomma.

ZONE LIBERE. Per ultimo voglio dire due parole sulle zone libere, all'apparenza regolari senza nessun punto di riferimento, se avete tempo fateci qualche lancio, molte volte ci sono strutture nascoste che non vediamo, ed inoltre essendo zone meno battute da altri pescatori possono nascondere bass e lucci poco disturbati e quindi più propensi ad attaccare.


NOTE

Questo è il primo assaggio per quanto riguarda le zone da battere, prossimamente vedremo le varie tecniche specifiche, per la pesca a spinning, nel dettaglio e come utilizzarle al meglio situazione per situazione.
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2021  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module