LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 2130   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 5   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  venerdì 20 luglio 2018      Buongiorno ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  tecnica :: tecniche pesca :: articoli :: art2 surfcasting Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Esche Alternative per il SurfCasting
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Filippo Ricca
Fotografie di  Filippo Ricca
Data Pubblicazione  19/06/2003

Arenicole, americani e bibì sono, assieme all'intramontabile sardina, le esche più utilizzate nel mondo del surf-casting . Gli anellidi sono pratici: si comprano dal negoziante, si innescano con poca fatica e hanno una buona tenuta sull'amo. Inoltre sono graditi dalla maggioranza dei pesci, grossi e piccoli che siano.

Hanno un unico difetto: sono particolarmente costosi. Gli anellidi costituiscono senza dubbio l'esborso maggiore del pescatore dilettante. Per impostare una battuta di pesca che dura l'intera notte occorrono almeno due scatole di arenicola, due di americani e una di bibì, per un costo di circa 30 euro.

Le cose non vanno meglio se andiamo in pescheria. E' vero che le sardine costano poco (circa 4 euro al kg), ma in estate e' assurdo impostare una battuta di pesca interamente a sardina. Per cui occorre acquistare anche: alcuni cannolicchi, dei gamberetti, un totanetto e qualche cozza. Così facendo un pochino si risparmia, ma non molto.

La soluzione per risparmiare comunque esiste. E' quella di procurarsi le esche direttamente dal mare dedicando alla raccolta un paio di ore del nostro tempo. Forse le esche che riusciremo a procurarci non saranno catturanti come quelle acquistate dal negoziante, forse sarà più elaborato l'innesco ma vi garantisco che la cattura di qualche bel pesce con le esche "alternative" da soddisfazioni incredibili. Il sarago più bello (7 etti) l'ho catturato con una testa di sardina, la mormora più grossa con l'oloturia (8 etti); per non parlare della mia più grande soddisfazione, un'orata di circa 1.5 kg catturata con un granchietto vivo.

La cosa migliore da farsi quando si intende impostare una battuta di pesca in nottata e' quella di svegliarsi presto al mattino e andare alla ricerca delle esche. Muniti di maschera e pinne dovremmo procurarci due o tre oloturie, che sostituiscono egregiamente i bibì, ed alcuni paguri che valgono l'arenicola.
Queste saranno le nostre esche base. Inoltre potrebbero rivelarsi vincenti alcuni granchietti (sabbia o scoglio) e dei gamberetti, da mantenere ed innescare vivi. Nel caso non fosse possibile conservarli vivi e' possibile utilizzarli anche morti, innescando i gamberetti interi, a partire dalla coda, e la polpa del granchio. Per completare le esche potrebbero rivelarsi utili alcune patelle, molto resistenti anche se non molto gradite, da utilizzare quando si vuole riposare un pochino e delle chiocciole di mare (da utilizzare senza la conchiglia) che sono ricercate da saraghi e orate. Se si vuole tentare il colpaccio occorrerà procurarsi anche, con una canna fissa ed un pò di pane, alcuni cefalotti vivi, da utilizzare anche morti per la cattura di spigole e gronghi.

Riconosco che questa non e' certo la soluzione per il pescatore pigro e che forse non si può impostare un intera battuta solo su esche alternative. Però trovo che le esche alternative del surf combinate con un paio di scatole di anellidi e due o tre sardine possano dare grandi soddisfazioni e al tempo stesso ridurre i costi di questo meraviglioso hobby.
 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2018  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module