LOGO HOBBY PESCA :: Portale dedicato alla Pesca Sportiva in Mare e in Acque Interne, Settore Agonistico e tutte le Risorse legate al Mare
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Italian version
English version
Deutsche version
Francaise version
 Utenti On Line Utenti On line 3186   Utenti nel Forum Forum    Fotografie nell'Album Fotografico Album Photos 0   Schede di Pesca in Archivio Schede Pesca 0   Utenti Iscritti al Forum Iscritti Forum 6.347  
  sabato 5 dicembre 2020      Buon Pomeriggio ! Imposta HobbyPesca come HomePage Imposta come HomePage  Aggiungi questo portale alla lista dei tuoi Preferiti Aggiungi ai Preferiti  Segnala questo portale ad un tuo amico che condivide i tuoi stessi interessi e la passione per la pesca sportiva Segnala Sito ad un Amico 
  Torna alla Home Page  Torna Indietro  agonismo :: articoli :: art30 :: Aggiungi HobbyPesca ai Tuoi Siti Preferiti  Segnala questa Pagina ad un Tuo Amico  Segnala Errore in questa Pagina 
 
  Novità :: Servizi e Rubriche
  Link Consigliati
Negozio di Pesca Sportiva, vasto assortimento ai prezzi più bassi del web!
Annunci Gratuiti Vendita Barche, Motori Nautici, Imbarcazioni e Accessori per la Nautica
libero
Vari
Altri Link Selezionati!
Finale del XXI Campionato Italiano di Traina Costiera :: Pozzuoli 2006
Commenta questo Articolo  Vota questo Articolo  Stampa questa Pagina 
Testo di  Davide Castellano - Ermanno Russo
Fotografie di  E.Russo - D.Castellano
Data Pubblicazione  02/10/2006

Finale del XXI Campionato Italiano di Traina Costiera 2006
Pozzuoli
29 Settembre - 1 Ottobre  2006

La manifestazione si è conclusa solo da poche ore e dopo un accenno iniziale di rifiuto delle barche e della pesca, dovuta solo all’accumulo di stanchezza, ecco che comincia la nostalgia.

Il gran bel gruppo dei partecipanti, la perfetta organizzazione, l’incantevole cornice dell’albergo sede della manifestazione, un mare che ci ha accolti con condizioni meteo insperabili dopo i recenti nubifragi e che ha regalato prede e divertimento a tutti gli equipaggi non potevano che produrre questo effetto, un’altra esperienza positiva che si aggiunge all’album dei ricordi personali.

La Finale Italiana del Campionato di Traina Costiera 2006, come forse saprete, è stata affidata all’organizzazione della Sezione di Pozzuoli della Lega Navale Italiana, Sezione della quale siamo orgogliosi di fare parte, come ospiti della base nautica e come membri del “Gruppo Pesca”.

Da molti mesi lavoravamo per questa manifestazione, prima del suo genere in Campania, con la consapevolezza che non potevamo e non dovevamo sbagliare sotto nessun aspetto per poter essere fieri di un’eccellente riuscita per noi, per la FIPSAS e per gli occhi dell’Italia che ci guardava.

L’occhio vigile ma discreto del nostro presidente, Dr. Silvio Luise e di tutto lo Staff della Sezione, l’impeto coinvolgente del Direttore Tecnico Michele Quirola e la disinteressata collaborazione di un gruppo di Soci ha fatto sì che tutto fosse perfetto sin nei minimi dettagli tanto da meritare gli elogi ed i ringraziamenti di tutte le squadre concorrenti. A dire il vero avevamo anche assoldato qualcuno che, vista l’impressionante serie di nubifragi dei giorni antecedenti, ha effettuato una serie di riti magici che alla fine viste le meravigliose giornate quasi estive che abbiamo avuto bisogna dire hanno funzionato.

Le imbarcazioni che sono state scelte tutte della medesima tipologia erano dei nostri armatori che hanno fatto anche da skippers ed ai quali deve andare uno speciale ringraziamento per lo spettacolo presentato dalla parata delle loro barche e per la “sofferenza” di stare otto ore solo a timonare … guardando gli altri che pescavano.

Come ultima nota degna di menzione bisogna dire che per precisa scelta della Sezione L.N.I di Pozzuoli, tutta la manifestazione si è svolta con le sole nostre forze e con la generosa partecipazione di sponsor, nazionali e locali che generosamente hanno finanziato le spese.

Le squadre e tutte le manifestazioni di questo Campionato sono state ospitate nella meravigliosa cornice panoramica e strutturale dell’ Hotel “Gli Dei” di Pozzuoli mentre la base nautica della nostra Sezione è stata il luogo di ormeggio delle imbarcazioni e delle varie operazioni di pesatura del dopo gara nonché del … buffet mattutino con graditissimi ettolitri di caffè e tonnellate di cornetti.


Hotel Gli Dei - Pozzuoli

Per tornare strettamente alla cronaca partiamo dalla prima manche di Venerdì 29 Settembre.

Raduno in banchina alle 6:30, ultimi controlli e disposizioni della Giuria e partenza intorno alle 8:00, la gara iniziava alle 8:30.


Banchina


Banchina


Banchina


Partenza

Il campo di gara offriva molteplici possibilità e molti equipaggi si sono diretti verso Nisida alla ricerca del “colpaccio”, altri data la stagione e per le notizie avute da “radio barca” hanno preferito puntare sulla secca di Penta Palummo che per una piccola area era compresa nel campo.


Campo

Le prime due ore di gara trascorrevano senza notizie esaltanti, qualche sgombro sul Banco di Nisida ma niente di più. Gli equipaggi che avevano scelto Penta Palummo fremevano e scalpitavano al pensiero che magari a Nisida, incocciando la mangianza, avrebbero potuto fare carniere con gli sgombri. Alcuni già dirigevano sul posto quando si veniva a sapere da Penta Palummo di qualche lampuga. Anche se la pazienza aveva premiato chi non si è spostato ciò non era sufficiente a trattenere tutte le imbarcazioni.
Alcune lampughe ed alletterati cominciavano a radunarsi ed immancabilmente abboccavano agli artificiali peccato che molti si ostinavano con chilometri di monel e pesantissime piombature ignorando i suggerimenti di chi diceva che i pesci in quel posto si prendevano in superficie.

Improvvisamente giungeva la notizia che nei pressi dell’ A.M.P. della Gaiola era stata allamata una ricciola. A notizia confermata si è assistito alla immediata partenza di tanti che si sono diretti sul posto per tentare il colpaccio.

Peccato, la zona oltre ad una spigola di poco più di due chili catturata nello specchio d’acqua antistante gli allevamenti di cozze di Nisida non ha regalato altro se non il primo posto all’equipaggio che ha imbarcato la ricciola che è risultata di circa quattro chili.
Chi ha avuto la costanza di rimanere fuori è stato premiato con lampughe ed alletterati. Penta Palummo non è stata all’altezza della sua fama ma ha comunque dato.

Intanto “Qualcuno” sornione osservava, attendeva … e affilava gli ami !


Lampuga


Lampuga


Pesa


Pesa

Il secondo giorno di gara, Sabato 30, dopo le solite operazioni in banchina ha visto una strana partenza, quasi le squadre si fossero scambiati i ruoli, quelli che il giorno prima avevano pescato su Penta Palummo ed erano entrati in classifica, si sono voluti dirigere verso Nisida alla ricerca del “pezzo grosso” che se usciva, li avrebbe proiettati ai vertici della classifica, gli altri, i più, si sono avviati verso Penta Palummo.

E’ stato il momento che la Giuria ha dimostrato tutta la sua capacità e solerzia, 20 imbarcazioni concentrate in quel pezzettino della secca che rientrava nel campo di gara, avrebbero potuto causare sconfinamenti, abbordi e malumori. Due “barche giuria” hanno presidiato il limite del campo, il gommone del nostro Presidente, un bolide da 55 nodi, era in giro per andare in pochi secondi a raccogliere eventuali “pecorelle smarrite”, un’imbarcazione di appoggio … dirigeva il traffico. Insomma era un carosello al quale i pesci non si sono sottratti. Una miriade di lampughe e di tombarelli, qualche palamita, poche per le nostre aspettative, andavano a pozzetto con una media di 15/20 catture … per le imbarcazioni presenti.
Diversa, molto diversa era la musica per chi si era ostinato a tentare il “colpaccio” sotto Nisida e zone limitrofe.

Il niente la faceva da padrone, nemmeno gli sgombri del giorno precedente eppure i concorrenti le coraggiosamente hanno tentate tutte con il solo risultato di perdere un sacco di artificiali rasentando il fondo … ma inutilmente, la festa era altrove !

Anche in questa zona il “gommobolide” piombava per controllare l’assoluto rispetto della zona interdetta della Gaiola, non che ce ne fosse bisogno data la sostanziale correttezza di tutti, ma vuoi vedere mai che la disperazione spingesse qualcuno ad infrangere le regole … Provvidenziale invece è stata la sua presenza quando si è dovuto schierare insieme alla gloriosa “Chalie Papa cinquecinquezero” il nostro “angelo del mare” ed un’altra unità minore della Guardia Costiera per evitare che una miriade di diportisti che sfrecciavano verso le isole e che … forse non sapevano dell’ordinanza di divieto per quel giorno invadessero il campo di gara con pericolose conseguenze per chi era in pesca. Meno male che a parte qualche lenza tranciata è andato tutto per il meglio tanto che l’imbarcazione di pronto intervento sanitario si è goduta una splendida e tranquilla giornata di mare.


In Pesca


In Pesca


In Pesca

Sulla strada del ritorno le notizie telefoniche e via radio già facevano rimbalzare il nome del probabile vincitore nome che è stato confermato alla pesatura … ladies and gentlemen, con 29 catture tutte di … peso … e che peso … the winner is … Giacomo Bot

il nostro grande amico e pescatore Giacomo con il suo equipaggio del Fishing Club Posillipo di Napoli

E’ questa una di quelle vittorie che lasciano tutti contenti senza invidia o amarezza alcuna;
Giacomo ha, infatti, difeso moltissime volte e spesso con grande successo i colori italiani a livello internazionale in tante gare che lo hanno visto solcare i mari di tutto il mondo, gli mancava solo la ciliegina sulla torta e questa volta, nella sua Terra … il suo Mare gli ha concesso il tributo di incoronarlo con il suo compagno pescatore Francesco Russo Campione Italiano di Traina Costiera 2006. Grande Giacomo!!!

La sera, a conclusione di questo bellissimo Campionato, si è svolta la cerimonia ufficiale della premiazione seguita da una sontuosa cena di gala (della quale non esistono foto perché lo scrivente era occupato a “magnà”) ed il commiato delle Autorità della Lega Navale Italiana, della FIPSAS e della Guardia Costiera.


L’Amm. Marcello De Donno Presidente Nazionale L.N.I. con il C.d.V. Ciliberti della G.C. di Pozzuoli


Per la FIPSAS Marco Pisacane Presidente Naz.le Settore Mare con Alfredo Castaldo Consigliere Naz.le


Silvio Luise, Presidente della Sezione di Pozzuoli della Lega Navale Italiana con le citate personalità


Il Direttore Tecnico della L.N.I. Pozzuoli Michele Quirola

Le premiazioni


Premiazione dei Primi classificati


L’Inno Nazionale


I Primi del Fishing Club Posillipo di Napoli e Campioni Italiani 2006


La squadra di Savona secondi in classifica


La squadra di Latina terza classificata

I festeggiamenti


Il Campione uscente Francesco Coppati … passa le consegne

Gran finale con spettacolo pirotecnico


 



Vuoi discutere con altri appassionati di Pesca? Vai sul Forum di HobbyPesca.
Entra a far parte della Community più grande d'Italia, centinaia di persone risponderanno alle tue domande.
Potrai conoscere tanti nuovi amici ed organizzare battute di pesca nella tua regione. Che aspetti! Iscriviti subito!


Copyright © HobbyPesca.com
E' assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo e delle foto presenti in questo articolo, senza il consenso scritto della Redazione e dell'Autore
.

Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Contenuto non disponibile, Attiva i Cookie di Advertising per visualizzarlo
Contenuto non disponibile
Attiva i Cookie di Advertising
Design, Graphics and Web Site composed 
INGEMATIC Web Management
P.Iva IT 06544030726
I Siti del nostro Network

HobbyPesca.com | HobbyPesca.net | HobbyPescaShop.com
HobbyNautica.it | PescaeRelax.it | TavoleSolunari.com
Copyright © 2002-2020  :: v. release 8.0
Tutti i diritti sono riservati  ::  Riproduzione vietata
Contact Module